***

Molti di noi, nel momento in cui la vecchia ipoteca cominternista si è sgretolata, hanno pensato che finalmente si potesse vedere una sinistra libera e gioconda, riformista e intransigente, socialista e moderna, così come noi (io certamente, da vent’anni) l’aspettavamo.Siamo rimasti a dir poco delusi, da tutto questo trapestìo ulivista, da questi confusi inciucismi con le vecchie pantegane della DC e del PSDI tanassiano, da questa realpolitik più realista del re, da questa sinistra che della vecchia ha conservato gelosamente solo i difetti, da tutta questa retorica democraticistica, dai bizantinismi che vorrebbero alludere a chissà quali furberie strategiche e che si risolvono regolarmente con un arretramento della sinistra sia sul piano elettorale sia su quello – assai più amaro – culturale, sociale e progettuale.Siamo rimasti a dir poco delusi che cinquant’anni di storia siano culminati con la leadership di un grigio personaggio democrstiano che ha il carisma di un elenco telefonico, con l’intermezzo appena sfiorato di un cicciobello ex-radicale che adesso fa il pinzochero.

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: